MAUPAL


MAUPALMauro Pallotta nasce a Roma il 20 Maggio 1972. Frequenta l’Accademia delle Belle Arti rivelando un talento nel disegno. Attratto dalla sperimentazione, include nel processo creativo diversi materiali. Nelle prime opere usa carte da gioco, legno, tappi di sughero, vetro e plastica, oggetti estrapolati dal vissuto quotidiano e poi assunti in un progetto depositario di significati diversi. In seguito mostra un vivo interesse per le potenzialità scultoree insite nella lana d’acciaio. Essa viene usata come supporto per figurazioni in cui immagini a prima vista abbozzate si ricompongono in maniera realistica nella retina dell’osservatore. Questa tecnica, propria ed esclusiva di Mauro Pallotta, è stata particolarmente apprezzata dalla critica internazionale ed in particolar modo dal Wall Street Journal, poiché considerata come ponte tra pittura e scultura.

Oltre ad essere un artista d’arte contemporanea, Mauro Pallotta crea anche grandi raffigurazioni ed opere di street art sotto lo pseudonimo di Maupal. Il suo murale SuperPope è diventato internazionalmente riconosciuto a gennaio 2014, quando è apparso sulla facciata di un palazzo vicino a Piazza San Pietro a Roma. Mauro Pallotta è stato ricevuto personalmente da Papa Francesco, al quale ha regalato una piccola riproduzione dell’opera. Tra le altre opere di street art, si ricordano la Yogaqueen, in occasione del referendum scozzese, a Londra, L’occhio è l’unico che può accorgersi della bellezza, in omaggio a Pasolini, ed Alternativa Europea, un salvadanaio rotto le cui crepe delineano il profilo dell’Unione Europea, a Bruxelles. Mauro Pallotta partecipa ad eventi di arte contemporanea e di street art in ed esibisce in gallerie e istituzioni pubbliche di tutto il mondo. Attualmente vive tra Roma e Londra.